La prima padella antiaderente all'olio d'oliva

Illa Risponde

  • 1 Olivilla Contiene davvero olio d'oliva?

    Assolutamente sì. Ollia-Tech, il rivestimento antiaderente di Olivilla, contiene all’interno del composto una miscela di olio d’oliva e acqua (che svolge la funzione di solvente organico).

  • 2 COSA SUCCEDE ALL’OLIO CONTENUTO NEL RIVESTIMENTO IN FASE DI PRODUZIONE?

    Durante il processo di fissaggio del rivestimento, la padella viene cotta in forno a circa 400°. A questa temperatura tutti gli eventuali fumi vengono assorbiti dagli abbattitori (il punto di fumo dell’olio è a 210°). Ciò che rimane è il "residuo fisso" inglobato nel rivestimento e che non viene rilasciato durante le operazioni casalinghe come dimostrano anche i risultati dei test (clicca qui per scaricarli) ai quali la padella è stata sottoposta.

  • 3 COSA SUCCEDE ALL'OLIO DEL RIVESTIMENTO DURANTE IL NORMALE PROCESSO DI COTTURA IN CASA?

    La cottura ottimale dei cibi umidi non supera mai i 180°-200°. Qualora, per l’esaurimento dei liquidi, il cibo carbonizzasse e la temperatura dovesse andare oltre i 230° e come in tutte le padelle antiaderenti, ha inizio un processo di deterioramento del rivestimento. A quel punto la padella va sostituita. E’ per questo motivo che per tutte le padelle e pentole antiaderenti si raccomanda di non superare mai i 230° in cottura e di non lasciare mai l’utensile “vuoto” sul fuoco.

  • 4 Cosa devo fare prima di utilizzare la mia Olivilla per la prima volta?

    Contrariamente alle altre padelle, che devono essere unte con un batuffolo d’olio, Olivilla non ha bisogno di nessuna operazione preliminare al primo utilizzo (a parte la ovvia norma igienica) poiché contiene già al suo interno la percentuale d’olio necessaria per saturare i pori del PTFE e rendere la padella ancora più antiaderente.

  • 5 Posso davvero cucinare senza aggiungere grassi?

    Con Olivilla è possibile cuocere senza olio o grassi aggiunti grazie all’eccezionale antiaderenza di Ollia-tech che ha già al suo interno una percentuale di olio d'oliva.

  • 6 Meglio una padella in pietra o all'olio d'oliva?

    Le padelle con rivestimento in pietra e quelle con rivestimento Ollia-tech sono due prodotti diversi, che presentano caratteristiche altrettanto diverse. Le padelle in pietra, grazie alle particelle minerali contenute nel rivestimento, hanno maggiore resistenza ai graffi; quelle all’olio sono tangibilmente più lisce e antiaderenti grazie all’olio contenuto nel rivestimento stesso.

  • 7 Quali utensili posso usare con Olivilla?

    Con Olivilla, così come con tutti i normali antiaderenti, si raccomanda l’utilizzo di spatole e mestoli in silicone, plastica o legno per non rovinare il rivestimento.

  • 8 Posso usarla sul mio piano ad induzione?

    Olivilla, con il suo fondo ad alto spessore, essendo dotata di disco in acciaio ferritico, è utilizzabile anche sui piani ad induzione.

  • 9 Come si pulisce Olivilla?

    Lasciare raffreddare la pentola prima di lavarla. Olivilla può essere lavata in lavastoviglie, anche se si raccomanda il lavaggio a mano. Non utilizzare prodotti chimici abrasivi o aggressivi per la pulizia, ma impiegare una spugna morbida con poco detersivo (liquido). Qualora un alimento dovesse bruciare all’interno della pentola, riempire con acqua tiepida e dopo qualche ora procedere alla pulizia. 

    n.b. Con il tempo alcuni cibi possono lasciare delle macchie. Queste tracce non compromettono la funzionalità né le proprietà antiaderenti della pentola. Notare che le macchie peggiorano se le pentole vengono utilizzate a temperature più elevate di quelle raccomandate.

  • 10 Olivilla è prodotta in Italia?

    Olivilla è stata concepita ed è prodotta in Italia, nello stabilimento di Noceto, in provincia di Parma, dove ha sede la produzione degli utensili a marchio Illa. L’azienda da oltre 70 anni produce strumenti di cottura in alluminio con rivestimento antiaderente, rigorosamente Made in Italy.

  • 11 Se Olivilla si graffia va buttata?

    L'uso di pentolame graffiato non comporta rischi per la salute del consumatore. La sostituzione è però consigliata semplicemente perché esso cessa di assolvere la sua funzione di essere antiaderente. Anche l’eventuale ingestione di particelle di rivestimento non causa problemi di assorbimento. Le particelle, infatti, sono inerti e non tossiche e sono eliminate direttamente dall’organismo senza essere assorbite.

I.L.L.A. S.p.A. - Via Ghisolfi e Guareschi, 17 - 43015 Noceto (PR) Italy | Phone +39 0521 667511 | Fax +39 0521 853778 | P.I. e C.F. 00166090340 Company | Disclaimer Privacy | Web Agency: layoutweb

Questo sito utilizza cookie, per saperne di più clicca qui. Cliccando su ok accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.